Wednesday, July 29, 2009

3

WINDOWS LIVE MESSENGER (DAY 162)


Che titolo strano eh! :)
Beh, oggi sono stato fiero di me, felice di me, realmente.
Ieri infatti, nella ricerca di lavoro continuo nel mio campo, stavo mandando resume e cover letters, quando mi è arrivata una mail. Una tale Snezana Savoulidis che mi chiedeva se ero ancora disponibile per una interview.
Guardo da dove arriva la mail....WINDOWS LIVE MESSENGER.
Shockato, le rispondo immediatamente, dicendole che sono disponibile anche dopo 5 minuti :D
Anyway, ci diamo appuntamento per questa mattina, mi da l'indirizzo e ci salutiamo.
Le mail che ci siamo scambiati sono state molto informali, io le ho dato della Mrs. mentre lei, immediatamente ha esordito con un "Hi Alberto, how's going"?
Ah, l'Australia!
Ieri sera ero eccitato, un bel pò nervoso: mi son fatto una doccia, ho preso 2-3 appunti con qualche concetto in inglese su cui basare il mio speech e me ne sono andato a letto; notte abbastanza insonne, diciamo, con il sottoscritto che sogna mio papà che doveva portarmi i vestiti e si fermava in paese a parlare, facendomi arrivare così in ritardo.Ah ah... Insomma, ero agitato, ma prima di tutto felice per essere stato chiamato da una compagnia così grande!
Stamattina sveglia alle 8, barba, camicia, bel vestito e, soprattutto, cravatta: dovete sapere che, ahimè, nonostante sia semplicissimo non sono mai stato capace di farmi la cravatta da solo. In primis, la mia "prima volta" è datata luglio 2008, per un matrimonio di una mia amica; inoltre ho sempre avuto prima il babbo e poi, qui in OZ, il mio inquilino Greg che mi aiutava.
Che fare quindi? Beh, siamo in un'era così tecnologica che mi sembrava impossibile non affidarmi al web: prima un tutorial su youtube, poi delle immagini su un sito-web e, bum, in meno di cinque minuti avevo già fatto un fantastico nodo alla mia cravatta.
Prendo il treno, nel frattempo rileggo brevemente gli appunti presi ieri sera, e finalmente arrivo all'indirizzo: guardo in alto e trovo l'Australia Square, un grattacielo immenso e spettacolare che ho ammirato varie volte camminando verso l'Opera House.
Ma ho veramente un colloquio qui, mi chiedo incredulo?
Piano 7, prendo l'ascensore e mi emoziono immediatamente, io che sono un Mac user: brand NineMsn, con la farfalla di Hotmail. Boh, non so spiegarvi la mia emozione, ma ero sicuramente contento per avere questa opportunità, per essere un pretendente a entrare in questa favolosa e soprattutto conosciuta azienda.
Mi richiedo di nuovo se veramente IO ho un colloquio qui.
Mi presento alla segretaria, aspetto la Mrs. con il cognome greco, che arriva immediatamente: scendiamo al piano 6, mi dice di aspettare un secondo e arriva un suo collega, entrambi del sales department.
Ve la faccio breve: un colloquio di 35 minuti, anche troppo formale per la realtà australiana, ma veramente tosto. Descrizione del mio curriculum dal lavoro più recente al primo, descrizione delle mie capacità tecniche, descrizione del lavoro che mi aspetterebbe: il tutto fatto dal sottoscritto, in un inglese che mi ha reso felice.
Poi, sono "passato" al collega maschio, che mi ha fatto domande interessanti, sul come lavoro, sul mio metodo altre cose che ora non ricordo.
Infine, la manager mi dice che questo, come avrò notato, non è un ruolo vero e proprio di marketing (come invece pubblicizzano sul sito di ricerca lavoro) ma inerente e basato maggiormente sulle operations. Il manager aggiunge che è un lavoro impegnativo, che da soddisfazione, ma anche molto complicato: un errore e si perdono migliaia di dollari.
Io dico loro che, se fossi preso, darei tutto me stesso per questo lavoro: e lo dico con la sincerità che mi contraddistingue quando sono realmente coinvolto in qualcosa.
Mi sorridono, mi salutano e prendo il mio ascensore.
Che mi chiamino o no, questa mattina ero felice.
Di me stesso, del mio colloquio, e di molte altre cose.
Insomma, WINDOWS LIVE MESSENGER AUSTRALIA...WOW!
Ora non resta che aspettare la loro risposta: a mio avviso, cercano qualcuno di più tecnico, ma sperare non costa nulla.
E la convinzione che l'Australia sia la scelta giusta, e non solo per quest'anno, cresce. Mi devo giocare tutte le mie carte qui, perchè l'opportunità è enorme.
Vi lascio con un immenso augurio per i sessant'anni del mio paparino: auguri, dad, mi manchi!

3 comments:

RHINN said...

Ciao! Sempre un piacere leggerti, un bacio e buona serata.

mdn said...

Wow, complimenti, un pò ti invidio anche....!
Qua in Uk la situazione non è proprio così rosea...

Seymourglass said...

In bocca al lupo, di cuore!