Wednesday, June 15, 2011

3

MAD (DAY 846)


Bella foto eh! Come svegliarsi una mattina ed essere inspirato a...sorridere! :D
Weekend lungo qui a Sydney (e ci voleva tutto), grazie al compleanno della regina Elisabetta che, attenzione attenzione, compie realmente gli anni il 21 aprile. Bah, stranezze australiane!
Tra l'altro, lo sapevate che se una festa nazionale australiana cade durante il weekend, mettono comunque il lunedi' come giorno festivo? Questi australiani!
Relax, relax, relax, amici e cinema sono stati l'ingredienti di questo bellissimo weekend.
Ho visto The Hangover2 con il mio inquilino, con un pacco di popcorn immenso che non finiva piu', e con mille risate considerato che io ho trovato il sequel non certo al livello dell'inarrivabile prima uscita, ma comunque fantastico.
Lunedi' sono andato con la mia ex ex inquilina tedesca Ulrike a vedere Super8: film bellissimo fino al finale indecente e veramente "triste". Non nel senso che ho versato mille lacrime, ma perche' potevano spremersi maggiormente il cervello per trovare un finale migliore, cribbio!
Cribbio, e ci spostiamo all' Italia, dove i Social Network (soprattutto Facebook) e l'odio per Berlusconi hanno fatto si' che finalmente potremmo dire addio al nucleare: grande vittoria, a cui sinceramente mi e' dispiaciuto non partecipare qui dall' Australia. Finalmente il popolo si e' svegliato (azz, io, veneto, che parlo di popolo e attacco la destra! non e' da me!) e chissa', magari tra un po' si riuscira' a dare il benservito anche al Silvio, sperando comunque che ci sia una buona candidatura dall'altra parte, che al momento manca di netto.
Un'altra vittoria da celebrare, per gli amanti del basket come me, e' quella dei Dallas Mavericks, campioni NBA e protagonisti di una storia bellissima, giocatori vecchi e ritenuti perdenti dalla maggiorparte dei media che riescono a battere, imprevedibilmente, i Miami Heat del famoso sbruffoncello Lebron James, che si e' perfino permesso, nella conferenza stampa finale, di dire che "amen se ci sara' qualcuno contento per la mia sconfitta, loro domani devono affrontare la solita vita di sempre, mentre io vivo dove voglio e faccio cio' che voglio". Ah pero', chapeau per la classe!
Mi sono gustato queste finali NBA dall' Australia, per il terzo anno consecutivo, vedendomi le partite di mattina durante i weekend/pause pranzo, o quando me ne tornavo a casa.
Il basket, lo sport, la competizione, l'adrenalina, il vincere come gruppo e dare tutto per un obiettivo comune, quanto mi mancano quei momenti.
Ieri sera, pensando a questo, non riuscivo quasi ad addormentarmi pieno di ricordi: la mia storia cestistica parla di 7 anni con la stessa squadra, che piu' che altro era un gruppo di amici, con un'amicizia unica distruttasi alla fine per colpa di, ta-da', donne e altri interessi. Ricordo ancora quando, dopo aver ricevuto e aver dato tanto a quella squadra, tornai dalla Spagna e mi dissero: you know what? Ci spiace, ma quest'anno non c'e' posto per te.
Piansi tutta la notte, eh eh, e il giorno dopo me ne andai nella squadra rivale, per una vendetta che molti di quei (ex) amici ancora non mi perdonano.
Storie (non) passate.
E, infine, i soliti discorsi e i soliti pensieri: sto cercando di capire quali sono le mie passioni, i miei interessi, e far si' che possa lavorare con essi. Lavorare in cio' che piace e' il mio sogno, penso che non ci si accorga nemmeno di lavorare, si sia solamente contenti e si dia il 100% ogni singolo giorno. Questo e' il mio obiettivo per i prossimi mesi.
E, come sempre, servira' tempo. Perche' anche Roma wasn't built in a day.
Have a good day, Albe

3 comments:

Marica said...

vero, rome wasn't built in a day.. me ne ricordero' quando saro' in piscina :-)

Ali said...

Domani andrò a vedere Super8... uffa però, ero così entusiasta e a leggere della tua delusione sul finale, mi sono un po' smonata. :(
Vabbè.
Riguardo alla storia della squadra, della tua vendetta... hai fatto bene! E questi si offendono pure? Ma se non ti hanno voluto! pazzesca la gente oh.

dado said...

è la prima volta che commento qui...ma miami meritava il titolo per la stagione che ha fatto, lebron starà sulle palle ma è senza dubbio un mostro di giocatore...io ho avuto la fortuna di vedere la partita allo stadio a miami e ti assicuro gliel'hanno regalata la vittoria..wade e bosh erano inesistenti..tutta la squadra era irriconoscibile...