Monday, March 09, 2009

5

CASA MIA! (DAY 20)

And finally... I got one!
Eh si, cari amici, ho trovato l'appartamento dopo due settimane di permanenza australiana e vi sto scrivendo direttamente dal mio nuovo letto (che, tra le altre cose, è molto ma molto morbido!).
Ma andiamo con calma!
Flashback: appena arrivato a Sydney, conosco un ragazzo di Milano che sta cercando di affittare la sua camera perchè se ne torna in Italia...una doppia a 225$ a settimana. Lo ringrazio, ma per una doppia è effettivamente troppo! (ricordatevi che 1$= 0.50€, quindi avrei pagato un equivalente di 450 euro al mese per una doppia).
Tornando all'attualità, martedì stavo scroccando la linea in università, cercando a fucking room su gumtree (il sito d'annunci australiano), in preda alle convulsioni da F5 per scovare gli annunci più freschi e vedo un annuncio, in cui la mail e il numero di telefono mi sembrano quasi familiari...Prendo il cellulare, confronto i numeri e taaaaac, era proprio lui...che stava affittando la camera, ma a 40 dollari in meno.
L'ho chiamato immediatamente, ci siamo visti e dopo nemmeno un'ora e mezza gli ho confermato che la prendevo!
La casa si trova in Kent Street e ha una vista spettacolare su Darling Harbour, una zona fantastica di Sydney sull'oceano con ristoranti e pub di ogni tipo...wow...è praticamente nel CBD, il centro economico di Sydney, ma non sembra essere rumorosa (anzi) e soprattutto l'ho affittata per quattro mesi, fino a giugno.
Favoloso, proprio ciò che cercavo: una doppia in una casa bella e pulita per i primi mesi, per ambientarmi, capire bene la città! Poi, quando sarà giugno e, spero, avrò un lavoro, capirò anche dove mi converrà cercare la mia prossima casa!
La camera, che è doppia e in condivisione con uno scozzese che sembra essere uscito da Trainspotting (naturalmente in armadio c'è un kilt), è molto bella e abbiamo un bagno da condividere in due.
Ora devo solo arredarla un pò, mettere le foto per soddisfare la mia dose di malinconia quotidiana, comprare le lenzuola, la mia tazza, ecc ecc.
In casa ci sono anche due ragazze finlandesi, eheh, una bionda e una rossa, carine! Una sembra proprio posata e graziosa, mentre l'altra mi sembra una "yeah", a cui piaccia divertirsi insomma!
La living room, la zona condivisa, è molto ampia e ha un'altrettanto spettacolare vista su Darling Harbour...tra l'altro, i miei tre coinquilini mi sembrano essere molto puliti, se si usa qualcosa lo si pulisce entro mezza giornata...
Ah, ci sono anche la piscina e la palestra, senza costi!
che dire, una grandissima botta di culo, così come insegna la lingua francese!
Sono felice per questa scelta e, lo ammetto, molto ma molto più rilassato ora!
Unico piccolo inconveniente è la mancanza di internet, ma sto già pensando a come risolvere il problema con un modem unwired...qui Internet è veramente un problema, altro che Australia avanzata!
Dopo tre giorni in casa, posso azzardare il termine "fortunato" per il sottoscritto: i coinquilini mi sembrano veramente alla mano!
(tra l'altro, da sottolineare l'addio dell'italiano che, con la sua ragazza canadese, se n'è tornato a casa. Un italiano, una canadese, due finlandesi e uno scozzese, tutti abbracciati insieme in lacrime, con un deficiente italiano appena arrivato che li guardava e aveva una pelle d'oca assurda)
Per la prima serata, il mio inquilino ha organizzato una cena scozzese (purè di patate, purè di arance, penso, e carne...discreta...), io ho portato una bottiglia di vino molto gradita e abbiamo cantato mentre lo scozzese suonava la chitarra....che carini!
Poi loro sono usciti, mentre io, abbastanza stanco e soprattutto senza nessun pantalone lungo, obbligatorio qui di sera, con cui uscire perchè la mia valigia grande è ancora in ostello, mi sono guardato tre puntate dei griffin e son andato a nanna...alle 6 lo scozzese non era ancora a letto, così come alle 8.
Alle 10, quando mi son svegliato per fare colazione, l'ho scoperto, assieme alla finlandese yeah, sui due divani del soggiorno, abbastanza ubriachi e con una bottiglia di jack daniel's finita...mi sembra che bevano parecchio insomma!
Ieri a Sydney c'è stato il Mardi Gras, il martedì grasso..ok, ok, era sabato, ma boh, lo fanno sempre di sabato!
Il mardi gras è la seconda parata gay e lesbo più grande al mondo, due ore e mezzo di "carri" con uomini e donne mezzi nudi e musica a tutto volume: sono andato con Costa, Glo, Manu, Priscilla e Alberto...devo dire che, nonostante i miei dubbi iniziali, mi sono divertito un sacco, a ballare e vedere questi pazzi.
La sensazione che ho avuto ieri è stata quella di libertà assoluta, di gente, giovane o vecchia, che segue ciò che è e non ciò che il conformismo propina...a volte dovrei ricordarmene anch'io!
Ho visto gente che se ne fregava completamente di ciò che era fuori ed era felice di ciò che era dentro...speriamo di rubare loro un pò di segreti in questo periodo di permanenza australiana...idoli i disabili gay, con un cartello "I AM DISABLE, BUT I FUCK A LOT! " eh eh.
Da ricordare la sfilata del carro dei pompieri di Melbourne, applaudita a lungo a causa dei disastri di gennaio, i cattolici gay, i bambini e i nonni gay.
(Per non dimenticare...terminata la manifestazione, andata in diretta su foxtel TV, ero appoggiato a una sbarra, stanchissimo...tra l'altro, essendo una manifestazione gay, non mi ero ricordato di quanto rischiassi, eh eh! Anyway, a un tratto mi sento arrivare una manata sul culo con una ragazza che mi urla qualcosa e mi tira una palpata d'altri tempi! La seconda volta da quando sono qui..si vede che il mio culo piace, eh eh!)
Dopo la parata, organizzata con l'aiuto di volontari gay che mentre lavoravano ballavano, siamo tornati a casa...altre due tre puntate dei Griffin e poi me ne sono andato a letto.
Devo ancora regolarmi con il letto singolo, io personaggio di stazza non propriamente piccola e abituato al letto a una piazza e mezzo di casa mia, ma ci sarà tempo!
Quella di oggi è stata una giornata un pò strana, lo devo ammettere.
Mi sono svegliato con una Sydney senza sole, mi sono mangiato un pò di pollo da solo e poi mi sono ributtato a letto a guardarmi due film "mio fratello è figlio unico" e "seven pounds". A parte le elucubrazioni su quanto gnocca sia la protagonista femminile del primo e quanto triste sia il secondo, sono arrivate le 18.30.
Guardo fuori e scopro una nuova vista di Darling Harbour, questa volta sotto la pioggia battente, perfetta come sottofondo di questa domenica.
Mi sono messo una felpa e ho iniziato a camminare, a camminare...sono arrivato, sotto la pioggia e senza ombrello, all' Opera House, me la sono guardata per bene, me la sono gustata, ho visto in lontananza l'Harbour Bridge...insomma, mi sono regalato un ricordo indelebile nella mia memoria.
Sydney era praticamente vuota: era stranissimo vedere quest'immensa città, con i suoi abitanti, svuotata solo a causa di qualche goccia di pioggia.
Ho camminato per un'ora e mezza, mi sono concesso un panino da McDonald's per poi tornarmene a casa.
Direi che, dopo lo shock iniziale di ritrovarmi completamente solo per l'intera giornata, è stata una domenica importante: oltre al fatto che adoro camminare da solo in una città che devo ancora conoscere bene, ho pensato tanto, tantissimo.
Ora, trovato l'appartamento, inizierà la ricerca di lavoro: sarà, paradossalmente, un periodo abbastanza stressante, perchè non farò altro che alzarmi, andare in università e mandare curriculum aspettando che qualcuno mi chiami! Mi concedo dalle 3 alle 4 settimane d'attesa, poi farò qualsiasi lavoro continuando comunque la ricerca nel mio campo...
Vi saluto ora,spero che abbiate apprezzato le mie foto su facebook!
Il prossimo post, magari, sarà un pò meno narrativo: cercherò di parlare delle abitudini australiane che mi hanno colpito in questi primi 20 giorni, cercando magari di fare un mini-bilancio di questo primo periodo.
Un grande abbraccio, Alby
p.s. non faccio riferimento a nessuna 39enne neozelandese per puro rispetto della privacy di chi scrive questo blog. see ya!

5 comments:

anyaccia said...

che bello sapere che ti sei sistemato! in bocca al lupo anche per il lavoro dunque.

Didait said...

tsè.

charingcross said...

Ehi,ciao.Mi ero persa un po' di cose e ora torno e...insomma,sei in Australi.Figo.E anche piuttosto difficile come scelta.
Ripasso presto.
*

Anonymous said...

ciao albe!
che strano, la tua casa nuova me la immagino un po come quella che avevi a milano..a parte la vista dalla finestra! scherzi a parte, avere una base non è da poco, trovare una casa cosi bella e a quanto pare accogliente anche sotto il punto di vista umano è un'ottima opportunità, e visto che è cosi viva ti aiuterà anche a sentirti meno solo a volte.
a proposito, una volta ho battuto due scozzesi ad una gara di birra, ma mi sa che questo qui è più accanito di loro!
un abbraccio, a presto!
ciok

yourredpassion said...

Ti avevo lascaito tempo fa e ti ritrovo assolutamente energetico e positivo!in bocca al lupo!